sfepminceeregione-puglia-stemma

Il Progetto

L’Osservatorio Nazionale della Pesca insieme alla Shoreline Soc. Coop di Trieste e all’azienda Facchini Pesca,  vuole migliorare ed incentivare la diffusione di buon pratiche di gestione, trovando nuovi strumenti idonei a sostenere il reddito di impresa e a sfruttare e valorizzare le risorse in maniera sostenibile. In quest’ottica, attraverso il bando della Regione Puglia, Misura 3.1 “Azioni collettive” del Fondo Europeo della Pesca ha preso corpo il progetto “Qualità Totale Sistema Pesca Puglia” (da qui in avanti riferito con l’acronimo QTSPP). L’intento del progetto è quello di aggiornare e fare acquisire delle competenze tecnico-professionali alle figure lavorative del settore che mai come oggi devono correlarsi non solo con lo sviluppo del settore produttivo o dei servizi, ma anche con le evoluzioni tecniche ed organizzate dei  luoghi di lavoro e dei mercati, senza dimenticare i problemi relativi alla scarsa redditività delle catture, al calo dei consumi ed alla necessità di adottare standard di qualità nei processi e nei prodotti uniti all’acquisizione di certificazioni nazionali e comunitarie. L’innovazione del progetto sta nelle metodologie di formazione, infatti attraverso modelli finalizzati all’autovalutazione delle problematiche relative alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica della filiera pesca, inoltre saranno gli stessi operatori della filiera ittica a validare le soluzioni innovative proposte, finalizzate alla sostenibilità economica ed ambientale.

Sono state selezionate come aree di studio i territori delle marinerie di Bisceglie, Molfetta e Taranto con l’intento di favorire gli addetti di singole aziende con particolare valorizzazione e riconoscimento del ruolo delle donne all’interno della filiera, ma anche i pescatori, gli imprenditore e gli allievi degli istituti professionali degli IPSIAM di Molfetta e Taranto.

Gli obiettivi fissati per ottenere il miglioramento e la diffusione di buone pratiche, favorendo collegamenti ed alleanze territoriali ed in rete possono essere riassunti come segue:

  • Offrire maggiore visibilità alla filiera ittica;
  • Workshop e focus group nei territori individuati per favorire il processo di bottom up;
  • Attivare innovative metodologie di formazione con l’ausilio di modelli finalizzati all’autovalutazione delle problematiche ambientali, sociali ed economiche della filiera;
  • Promuovere il ruolo delle donne,
  • Accrescere le competenze professionali di tutti gli operatori favorendo l’adozione di procedure standard coerenti alle disposizioni normative;
  • Analisi ed autovalutazione da parte degli addetti;
  • Elaborare pratiche di trasferibilità e diffusione.

Per quanto riguarda la formazione, sono stati previsti 8 seminari della durata di 16 ore ciascuno che alternerà periodi di formazione in ambienti formali, reali e online. Per la formazione online, è stata predisposta un’apposita area sul sito dove sarà possibile accedere previo inserimento password, alla sezione contenente moduli e materiali inerenti le aree di studio. Cliccando sulla marineria di interesse sarà possibile visualizzare le aree tematiche “Pesca sostenibile”, “Risparmio energetico”, “Sicurezza ambiente di lavoro” e “Sicurezza alimentare prodotto (Codice QR)”. In queste aree tematiche sono stati predisposti dei moduli per il download, contenenti le nozioni che dovranno essere acquisite da parte degli utenti. Nelle aree tematiche sono presenti inoltre le schede di autovalutazione le quali saranno fondamentali per individuare i settori dove ci sono carenze ed in questo modo sarà possibile sviluppare interventi nel dettaglio. Inoltre, i modelli per la loro operatività si avvalgono di specifici software in grado di acquisire le informazioni e di rielaborarle rispetto ai termini di raffronto. I beneficiari sperimenteranno nuove modalità di approccio alle problematiche e contemporaneamente individueranno le competenze necessarie ed acquisite.

Infine molto importante è la sezione News, dove verranno comunicate le date dei workshop e dei focus group, nonché saranno messi degli avvisi ogni volta che la sezione moduli/formazione verrà aggiornata.

StampaEmail

© 2014 Osservatorio Nazionale della Pesca - C.so d'Italia 92 - 00198 ROMA